Login

Percorsi di crescita, consapevolezza, conoscenza per i cittadini del domani

  • Stampa

1. Abstract Progetto

Il progetto si propone di offrire agli alunni opportunità di sperimentare cosa significhi diventare cittadini attivi, a partire dall'esperienza della realtà scolastica per giungere alla dimensione di cittadinanza europea, tramite percorsi creati con l'ausilio delle nuove tecnologie e delle LIM e attraverso la realizzazione di progetti specifici e innovativi.
Avvalendosi del concetto di educazione alla cittadinanza, si vuole sviluppare il "senso di appartenenza" e la nascita di una nuova condizione di cittadino, fondata sulla capacità e sul desiderio di partecipazione. Educare alla cittadinanza attiva significa incentivare iniziative di partecipazione alla gestione e alla fruizione degli spazi urbani, che incoraggiano la responsabilità, la cura dei materiali e il rispetto delle strutture per contrastare quei fenomeni di contestazione e rifiuto violento delle regole della convivenza sociale, e scolastica in particolare.
Il progetto prevede un'azione formativa per i docenti che offra i criteri e i metodi per la progettazione di Learning Object. Gli LO rappresentano vere e proprie lezioni web da utilizzare per integrare e approfondire l'insegnamento tradizionale attraverso contenuti digitali e l'utilizzo delle nuove tecnologie. La grafica sarà adeguata all'utilizzo in classe, e saranno curati in particolare i requisiti di accessibilità, usabilità e ri-usabilità dei LO, utilizzando strumenti autore e linguaggi di sviluppo web rigorosamente "open source".
Si realizzerà un sito web come repository di Learning Objects a cui gli insegnanti partecipanti al progetto potranno attingere per costruire corsi personalizzati.
Le nuove tecnologie, e in particolare la LIM, saranno usate come strumento privilegiato dove utilizzare i LO. Durante la formazione si alterneranno moduli che permettano di imparare l'uso dei programmi-autore, con moduli didattici che diano indicazioni sulla progettazione di un LO e più ancora su come renderne possibile la fruizione. Qualsiasi scuola o insegnante potrà pertanto gestire questi prodotti semplicemente con una LIM.

2. Rilevazione dei bisogni e nascita della rete
Fabbisogni formativi e cognitivi emersi. Dall'indagine conoscitiva effettuata durante i primi incontri che hanno portato le scuole a consorziarsi nella DigitREte, sono emersi alcuni aspetti fondamentali:

  • si è constatato che molte scuole presenti alle riunioni fanno parte della Rete Tiburtina Collatina (Rete di 16 scuole di ogni ordine e grado, realizzata con protocollo d'intesa nell'anno scolastico 2003/04) e che sono da tempo impegnate nella realizzazione di educazione alla cittadinanza attiva ed in particolare nel progetto del Comune di Roma "La Scuola Adotta Un Monumento".
  • E' emersa inoltre l'esigenza di rinnovamento del metodo di lavoro e la necessità dell'uso della LIM e di nuove tecnologie nell'attività didattica, in considerazione del peso che i nuovi mezzi hanno nella vita dei ragazzi e nella società in generale.
  • Si è evidenziato che l'educazione alla cittadinanza attiva non deve essere pensata solo sotto un aspetto culturale, linguistico, ma anche e soprattutto come strumento e metodologia interdisciplinare, per affrontare tematiche sociali, culturali, storiche e geografiche.
  • In quest'ottica sono stati individuati i LO come strumento per una didattica interdisciplinare che abbiano la caratteristica della granularità, ovvero la dimensione di un LO permette l'aggregazione con un altro LO, rappresentando così un'unità minima costituita da uno o più asset (elementi minimi costituiti da testo, un'immagine, un video, ecc.) per l'acquisizione di conoscenza rispetto ad un obiettivo formativo.
  • E' emersa la necessità di un'azione formativa per i docenti che offra i criteri e i metodi per la progettazione di Learning Object, utilizzando strumenti, autore e linguaggi di sviluppo web rigorosamente "open source".
  • Per rispondere alle esigenze sopra elencate, si è deciso di formare una Rete denominata DigitRete e di realizzare un sito web quale estensione di quello della Rete Tiburtina Collatina, già esistente. Nasce così il sito: http://www.lim.retect.org.
  • Si decide inoltre che le scuole aderenti alla DigitRete potranno sviluppare percorsi di cittadinanza attiva, in modo autonomo, oppure potranno inserirsi nel progetto, già in atto da vari anni, " La Scuola adotta un monumento".

3. Obiettivi del progetto

  • Fornire i criteri e i metodi per la progettazione di Learning Object , ed aiutare i docenti a realizzare Oggetti Didattici ( LO) utilizzando strumenti autore e linguaggi di sviluppo web come eXelearning e Xerte: programmi che, oltre alla loro semplicità d'uso e la loro gratuità, sono Open Source.
  • Utilizzare i Learning Object come:
    • o supporto alla lezione in aula, con l'ausilio di una lavagna interattiva
    • o strumento di approfondimento o di recupero, sul computer di casa
    • o percorso di apprendimento personalizzato, nel laboratorio didattico della scuola
  • Diffondere, sfruttare l'aspetto innovativo dell'uso quotidiano della LIM in classe e far familiarizzare gli insegnanti con le possibilità e potenzialità offerte da questo strumento, per dare all'insegnamento una maggiore vitalità e capacità per sviluppare e attuare in modo più soddisfacente una didattica a misura di alunno.
  • Accompagnare i giovani in percorsi di realizzazione concreta di tutela dei diritti e fornire loro conoscenze e strumenti per poter davvero parlare di cittadinanza attiva che riconosca accanto ai diritti e doveri, poteri e responsabilità.
  • Promuovere una cittadinanza attiva, intesa come consapevolezza di sé e di un impegno sociale concreto che rispetti la giustizia e la democrazia.

4. Metodologia dei processi

Metodi e strategie individuate per l'espletamento dell'attività formativa

Formazione Dei Docenti:

Verranno attivati corsi di formazione per i docenti delle scuole partecipanti al progetto (gruppi di max 20) durante i quali i corsisti saranno invitati ad utilizzare direttamente la LIM e a creare, insieme al docente formatore, contenuti didattici digitali da utilizzare nelle proprie classi.
Il sito internet di nuova creazione sarà utilizzato come "repository" dove inserire materiali, link ai programmi affrontati nel corso, informazioni sugli argomenti trattati e collegamenti ai siti delle case produttrici di LIM. Vi sarà anche un forum nel quale i corsisti potranno interagire tra loro o con i docenti dei corsi per chiarimenti ed informazioni varie. La metodologia del corso di formazione è centrata sul corsista, che dovrà avere un ruolo attivo nel processo di apprendimento, attingendo consapevolmente alle risorse disponibili: materiali, esperti, colleghi, strumenti di comunicazione e collaborazione.
Il tutor (uno per ogni 20 corsisti al massimo), promuoverà lo scambio e il confronto continuo tra i corsisti, in modo da realizzare un'esperienza di apprendimento collaborativo che si avvale di tutte le risorse offerte dal corso. Il corso si tiene in presenza (20 ore circa) e online (10 ore), accedendo con una propria password al Sito Web dedicato al progetto che costituirà il repository dei materiali formativi (simulazioni, tutoriali, esercitazioni guidate, etc.), del materiale prodotto o in via di elaborazione.
Nel Forum, accessibile dal sito stesso, in aree di discussione moderate dal tutor, verranno sviluppati, discussi, chiariti ed approfonditi i contenuti.
Attività Con Le Classi L'approccio didattico tramite le nuove tecnologie informatiche consente di superare la metodologia di insegnamento basata sulla trasmissione standardizzata e normativa di contenuti invarianti pensati per individui medi, favorendo la possibilità di realizzare percorsi formativi più rispondenti alle inclinazioni personali degli studenti e valorizzando le abilità, le conoscenze e gli stili di apprendimento di ciascuno.

Attività previste in classe con la LIM e con software specifici:

  • La costruzione di un blog: diario di bordo digitale, che consente di pubblicare idee e commenti su temi riconducibili alla cittadinanza attiva
  • le ricerche on line: Internet un mondo ricco di informazioni.
  • Le aule virtuali: ambienti che mirano a riprodurre situazioni formative simili ai contesti tradizionali di apprendimento.
  • Il forum come comunità di apprendimento: uno spazio dove gli utenti si confrontano su temi di interesse comune.
  • Uso di programmi specifici per la presentazione e per la diffusione dei contenuti appresi.

Altre attività

• Uscite didattiche e incontri con le Autorità Locali, ed Enti ed associazioni. Visite guidate ai siti d'interesse. Interviste, simulazioni, "role playing game".

Coinvolgimento del Territorio e Diffusione

Gli studenti intraprenderanno percorsi articolati con l'obiettivo di sviluppare il proprio senso di appartenenza e partecipazione alla realtà territoriale. L'intero percorso sarà facilitato dall'utilizzo della didattica attiva e laboratoriale, delle uscite sul territorio e la partecipazione a tavoli d'incontro con le Amministrazione Locali per discutere e per presentare le emergenze individuate sul proprio territorio.

5. Risultati Attesi

Il progetto si propone di modificare gli ambienti di apprendimento, i linguaggi della scuola, gli strumenti di lavoro e i contenuti anche grazie all'innovazione digitale che dovrebbe consentire di abbandonare il tradizionale concetto di classe, come ambiente chiuso dove avviene l'apprendimento, per arrivare a creare invece un nuovo spazio dinamico aperto sul mondo.
Le tecnologie devono trovarsi in aula, insieme alla lavagna, ai libri, penne e quaderni e sfruttare però anche i "Learning Object", oltre che i tradizionali libri di testo. Tutte le discipline scolastiche, educazione fisica inclusa, possono trarre vantaggio dall'utilizzo oculato dei "Learning Object". E' bene che si sviluppi una coscienza critica su questi strumenti ed è ancora meglio sentire il bisogno di produrli in proprio.

Comunicazione e pubblicizzazione dei risultati ottenuti.

Le Scuole della rete potranno documentare l'attuazione di iniziative per la promozione della cittadinanza attiva e dei loro progetti in un Blog: archivio di foto e album fotografici, archivio di video, calendario degli eventi, forum e chat saranno i servizi offerti dall'ambiente online.

I prodotti finali saranno:

  • Il sito della DigitRete utile come "repository" dove verranno inseriti non solo i materiali, link ai programmi affrontati nel corso e informazioni sugli argomenti trattati
  • Gli oggetti LO che le scuole produrranno, arricchendo e aggiornando l'archivio, che potrà essere condiviso da tutti
  • Il blog dei ragazzi per la divulgazione delle loro esperienze.
  • Una mostra dei lavori dei ragazzi, interattiva e itinerante, potrà essere allestita, a turno, in tutte le scuole della Rete.

Sperimentazione guidata in classe/scuola in itinere:

  • I docenti coinvolti nell'azione di formazione, saranno a loro volta formatori nella propria scuola dei colleghi che partecipano, con le loro classi, alla sperimentazione in atto.

Monitoraggio in itinere e finale

  • Un costante monitoraggio sarà effettuato da una apposita Commissione della DigitRete che, per mezzo di questionari rivolti a docenti e a alunni, potrà verificare l'andamento del progetto in itinere.
  • All'interno di ciascuna scuola partecipante si dovranno formare delle sotto-commissioni per tabulare i questionari i cui risultati potranno essere pubblicati sul sito.
  • Il successo del progetto potrà essere misurato nella qualità e quantità dei LO pubblicati nel sito dell'iniziativa
  • La ricaduta del progetto sugli alunni potrà essere valutata per mezzo di test e questionari opportunamente scelti dai docenti e con certificazione delle competenze raggiunte.
  • La rendicontazione delle spese effettuate sarà parte integrante della relazione finale che ogni scuola produrrà.

QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. PROSEGUENDO NELLA NAVIGAZIONE DEL SITO È IMPORTANTE DARE IL CONSENSO ALL'USO DEI COOKIE. INFORMATIVA