Login
Company Logo
Valorizzazione disabili Valorizzazione delle eccellenze Cittadinanza Attiva Lim Repository


Flipped Classroom. La classe rovesciata

Da un articolo di Chiara Spalatro - Pubblicato in: Scuola digitale

flipped-classNonostante la presenza sempre più diffusa di strumenti tecnologici nelle scuole si incontrano ancora pochi docenti disposti a sperimentare nuovi percorsi didattici per adeguare i loro metodi di insegnamento alla convivenza con Internet, LIM, Tablet e PC, ma soprattutto alle rinnovate esigenze dei cosiddetti nativi digitali, abituati ad avere tutto a portata di click, compreso il sapere.

La fatica dello studio domestico a scoraggia molti giovanissimi studenti. Spesso ci si trova davanti a reali incomprensioni, difficoltà, passaggi poco chiari, talvolta risultato di distrazione in classe. Queste situazioni, se protratte nel tempo, portano irrimediabilmente all'insuccesso scolastico. Tuttavia una soluzione ci sarebbe, una soluzione sovversiva, destabilizzante per certi versi, già sperimentata da alcuni con successo. Si chiama Flipped Classroom e viene dall'America dove to flip significa rovesciare. Da qui l'espressione "classe rovesciata".

La lezione non viene più tenuta a scuola, ma videoregistrata dal docente, creata con altri strumenti multimediali o più semplicemente reperita sul web e condivisa con gli alunni. A casa i ragazzi hanno modo di assistere alla spiegazione dell'argomento come, quando e dove vogliono, assecondando così i propri ritmi e stili cognitivi. La fase dell'esercitazione (i compiti a casa) viene svolta in classe il giorno dopo sotto la guida e la supervisione dell'insegnante e con la possibilità di effettuare un lavoro collaborativo insieme ai compagni sfruttando quindi le potenzialità del gruppo e il tutoring del docente. La classe diventa un laboratorio di studio, mentre alla lezione si assiste da casa dove è possibile fissare meglio i contenuti venendo a mancare quegli elementi di disturbo spesso presenti in aula ed essendoci, in aggiunta, la possibilità di rivedere più volte le parti poco chiare che necessitano di un particolare rinforzo, oppure di approfondire quelle di maggior interesse.

Ciclo completo di apprendimento:

ciclo apprendimento

  1. FASE ESPERIENZIALE IN AULA: il docente stimola l'interesse dei ragazzi proponendo un'esperienza concreta, un esperimento, una simulazione sull'argomento di lezione
  2. FASE ESPLORATIVA A CASA: vengono condivisi con gli studenti materiali di studio sull'argomento, video, audio, siti web, presentazioni per agevolare un apprendimento interattivo, asincrono e personalizzato
  3. FASE RIFLESSIVA A CASA: gli studenti riflettono su ciò che hanno imparato nelle fasi precedenti scrivendo un testo, un blog, registrandosi in audio o video per fissare i contenuti appresi
  4. FASE APPLICATIVA IN AULA: le conoscenze acquisite vengono applicate materialmente tramite l'esercitazione o la creazione di un prodotto personalizzato che contribuisca a dare un senso ai contenuti studiati e a farli propri

Il valore aggiunto, rispetto al sistema di insegnamento/apprendimento tradizionale, sta soprattutto nell'ultima fase. Qui l'insegnante, risparmiati i tempi della spiegazione, può reinvestirli per rafforzare le conoscenze dei suoi alunni, per guidarli ad un apprendimento significativo tramite l'applicazione pratica e la realizzazione di progetti personalizzati. Inoltre, apprendere sincronicamente con i propri compagni risulta per gli alunni più motivante e incrementa la possibilità di ricevere feedback di controllo e di rinforzo, praticamente inesistenti quando ci si esercita a casa da soli.

.

 



Contatore visite

671921
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Totali
597
2483
5956
671921

Visitors Counter

Powered by Digitrete.it

Webmanager and Webmaster: Prof.ssa G.Bonessio

QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. PROSEGUENDO NELLA NAVIGAZIONE DEL SITO È IMPORTANTE DARE IL CONSENSO ALL'USO DEI COOKIE. INFORMATIVA