Login
Company Logo
Valorizzazione disabili Valorizzazione delle eccellenze Cittadinanza Attiva Lim Repository


Ulisse siamo noi...

Conosciamo le nostre potenzialità e progettiamo la nostra scuola

1. Premessa/Introduzione
Curare le eccellenze nella scuola è un modo per offrire a tutti esempi e modelli positivi, promuovere lo spirito di emulazione, oltre a creare uno ambiente di sana competitività, confronto costruttivo e impegno a migliorare. Spesso, inoltre, le opportunità di sviluppo di successo formativo sono legate a un accorto "gioco di squadra" che richiede un delicato ma prezioso equilibrio fra ricchezze individuali e capacità/volontà di collaborare, integrarsi e sostenersi a vicenda.

2. Breve descrizione (Abstract)
Il progetto si propone di riconoscere, valorizzare, permettere lo sviluppo e l'esplosione di attitudini e interessi specifici, predisponendo, in modo condiviso, un ambiente scuola ottimale. Esso prevede, per ciascun alunno, attività mirate e differenziate: di tipo metodologico, contenutistico e relazionale, tali da creare quell'humus fertile e interessante caratterizzato dalla trasformazione delle proprie motivazioni in volizione e che determini un vero e proprio circolo virtuoso di espressione e sviluppo delle attitudini individuali e circolarità di esperienze e competenze. In questo gioco di squadra, centrale è l'interscambio tra docenti e allievi, tra allievi e allievi, e fondamentale la comunicazione con tutti gli attori della vita scolastica: genitori e collaboratori.

Prevediamo un'organizzazione del lavoro che preveda tre fasi:

  1. Dialogare e confrontarsi, tra docenti e/o con un esperto, per individuare le eccellenze presenti all'interno delle classi.
  2. Motivare gli alunni all'osservazione attiva di tutto ciò che li circonda e alla sua trasformazione creativa, utilizzando risorse individuali ed elaborazioni sociali.
  3. Attivare nella scuola percorsi laboratoriali, che tengano conto degli stili cognitivi individuali e ne permettano la loro declinazione specifica.
  4. Creare spazi collaborativi e cooperativi, favorendo la coesione e il senso di appartenenza a un'istituzione, microcosmo della società in cui si vive, consapevoli della necessità di accogliere, condividere, informare, emozionare ed emozionarsi .

Il progetto, inoltre, prevede l'utilizzo delle tecnologie multimediali che si rivelano fondamentali nella sua realizzazione, e propone modalità di comunicazione alternative a quelle tradizionali.
Le nuove tecnologie, e in particolare la LIM, saranno usate come strumento privilegiato . Durante la formazione si alterneranno moduli che permettano di imparare l'uso dei programmi, con moduli più didattici che diano indicazioni sulla progettazione di un LO e più ancora su come renderne possibile la fruizione (piattaforme di e-learning e LIM).
Obiettivi del progetto

  • Creare nuove opportunità di dialogo/confronto e di condivisione delle esperienze.
  • Incrementare le abilità di problem solving e controllare i propri atti mentali (in senso metacognitivo) con particolare riguardo alla promozione delle eccellenze individuali;
  • Riconoscere ed apprezzare l'alterità e le reciprocità.
  • Mobilitare un sistema di sinergie mentali che integri competenze progettuali individuali e/o di gruppo in ambiti diversificati, in un'ottica cooperativa.
  • Diffondere, sfruttare l'aspetto innovativo dell'uso quotidiano della LIM in classe e permettere la familiarizzazione degli insegnanti con le possibilità e potenzialità offerte da questo strumento, per dare all'insegnamento maggiore vitalità e capacità di sviluppo e di attuazione di una didattica a misura di alunno.

3. Metodologie di lavoro/Attività in classe

Saranno utilizzate diverse metodologie funzionali al raggiungimento degli obiettivi definiti:

  • Discussione collettiva
  • Didattica laboratoriale
  • Tutoring
  • Lavori per piccoli gruppi
  • Teps (testi di produzione autonoma degli studenti)

Nel corso della discussione collettiva sarà effettuata una mappatura delle competenze/eccellenze che saranno oggetto di attenzione e diventeranno soggetto di cambiamento e costruzione del progetto da realizzare. I laboratori nasceranno sulla base delle risorse individuali rilevate e permetteranno agli studenti di sperimentare percorsi di riflessione, elaborazione, trasposizione concreta delle teorie apprese in prodotti concreti che saranno negoziati e poi diffusi attraverso l'uso delle nuove tecnologie e della LIM. Il tutoring e il lavoro per piccoli gruppi permetterà di concretizzare l'attenzione e la collaborazione tra tutti gli alunni, capitalizzando le eccellenze per un'azione capillare e virtuosa. I teps permetteranno di acquisire quelle informazioni sui processi, oltre che sui prodotti, che saranno oggetto di ricerca e di confronto tra docenti, docenti e studenti Verranno attivati corsi di formazione per i docenti delle scuole partecipanti al progetto durante i quali i corsisti saranno invitati ad utilizzare direttamente la LIM e a creare, insieme al docente formatore, contenuti didattici digitali da utilizzare nelle proprie classi. Vi sarà anche uno spazio nel quale i corsisti potranno interagire tra loro o con i docenti dei corsi per chiarimenti ed informazioni varie.
Ogni corso sarà di 10 ore circa in presenza e 20 ore online, per un massimo di 20 partecipanti, in modo da permettere a tutti i docenti di utilizzare direttamente le applicazioni proposte sulla LIM.

4. Destinatari del percorso formativo

Il progetto, e quindi i corsi di formazione, sono rivolti ai docenti delle scuole consorziate nella rete DigitRETE 2 e coinvolgeranno gli alunni delle classi che parteciperanno alla sperimentazione.

1. IC "Giorgio Perlasca" (scuola capofila)
2. 198° Circolo Didattico
3. IC "Alberto Manzi"
4. 115° Circolo Didattico
5. IC "Via C. Perazzi, 46"
6. IC "Via Casal Bianco"
7. IC "Palombini"
8. IC "eSpazia"

5. Formatori

Insegnante Annarita Monaco, 198° Circolo Didattico
Prof. Gisella Bonessio, Tutor Lim Indire

4. Risultati Attesi

In considerazione dell'età degli alunni, con questa attività, si desidera dare una risposta al bisogno (spesso inconsapevole) del bambino-adolescente di costruire la propria cultura attraverso un metodo più stimolante e più vicino allo spirito di avventura.
L'interesse verso l'utilizzo delle tecnologie informatiche, gli argomenti trattati nel progetto e il metodo di lavoro utilizzato, permetteranno un'attiva partecipazione personale da parte dei ragazzi e una conseguente ottimizzazione delle proprie risorse individuali. Si prevede, inoltre, lo sviluppo delle abilità progettuali dell'alunno.

5. Monitoraggio in itinere e finale

I criteri usati per misurare i risultati saranno:

  • osservazione del grado di accettazione e di coinvolgimento;
  • osservazione dei comportamenti in relazione alla responsabilità;
  • grado di interazione tra i diversi "gruppi di lavoro";
  • qualità del lavoro finale, in ordine all'impegno e all'interesse evidenziato;
  • grado di capacità organizzativa raggiunto.

6. Comunicazione e pubblicizzazione dei risultati ottenuti.
Il progetto potrà essere documentato attraverso la messa a punto di un archivio di foto, album fotografici, video; forum e chat saranno i servizi offerti dall'ambiente on line.



Contatore visite

1145674
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Totali
667
2046
4037
1145674

Visitors Counter

Powered by DigitScuola

Webmanager and Webmaster: Prof.ssa G.Bonessio

QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. PROSEGUENDO NELLA NAVIGAZIONE DEL SITO È IMPORTANTE DARE IL CONSENSO ALL'USO DEI COOKIE. INFORMATIVA